Attrezzi base per paste sintetiche: la guida marzo 03, 2016 0 Blog

 Ho deciso di scrivere una sorta di piccola guida agli attrezzi  per paste sintetiche perché personalmente ci ho messo un po’ a capire dove potevo risparmiare e dove dovevo spendere. Se avete deciso di iniziare a lavorare il fimo vi renderete conto da subito dell’importanza di conoscere cosa è veramente indispensabile comprare e di cosa invece si può fare benissimo a meno. Come molte di voi ho iniziato attratta dalle spettacolari miniature di torte e gelati che vedevo fare nei tutorial su youtube. Ero però molto confusa… mi sembrava che per ogni azione ci volesse uno strumento apposito. Come orientarsi allora nel bombardamento di consigli a cui le bravissime youtuber vi sottoporranno? Metto a disposizione la mia esperienza senza troppi giri di parole.

Attrezzi paste sintetiche: less is more

attrezzi paste sinteticheSarò molto concreta: quel che vi serve di più per modellare il fimo è il fimo stesso. Penserete di non poter fare a meno di stampi, magari in silicone, bastoncini per scolpire e definire dettagli ma in realtà se vi guardate bene intorno avete già tutto a portata di mano. Iniziate comprando tre panetti di fimo, non di più, magari un marrone choccolate, il bianco e un color lampone o simile. Iniziate col fimo soft o vi scoraggerete. Fatto? Ok. Adesso elenchiamo quelli che secondo la mia esperienza sono gli attrezzi base per la fase “principianti assoluti”.

  • Vi servirà un piano su cui lavorare la pasta. Il fimo macchia e in più non è consigliabile tenerlo a contatto con basi su cui poi si posano cibo o oggetti per la cura della persona. Io scelsi un tappetino in silicone per pasticceria, lo troverete anche nei supermercati. Andrà benissimo anche una tovaglia cerata che potreste ritagliare. L’importante è che il piano sia antiaderente. Sconsiglio il legno, si macchia e si pulisce male. Anche il vetro crea di questi problemi.
  • Una resina acrilica per paste sintetiche meglio conosciuta come vernice all’acqua. Potrei dirvi che quella della Fimo Staedtler va benissimo per cominciare ma siccome queste vernici durano molto vado subito al sodo: preferisco la vernice acrilica della Ferrario, vi durerà a fronte di un costo adeguato alla qualità.
  • Qualsiasi oggetto farete probabilmente avrete il desiderio di realizzarci un portachiavi, un ciondolo o un paio di orecchini. Sarà necessario dunque comprare dei chiodini che inserirete nella pasta prima e durante la cottura e che dopo fisserete con della colla (iniziate con del comune attack, magari in  un altro post farò chiarezza sulle colle, sig sob!). I chiodini sono essenzialmente di 3 tipi: con occhiello, a T oppure a vite. Direi di evitare quelli a T per il momento. Questi due chiodini hanno già un occhiello per infilarci una catena o le monachelle degli orecchini.
  • Un rullo acrilico.  Per molto tempo ne ho fatto a meno. Potreste usare quelli in plastica per il pongo, un grosso pennarello liscio, un mattarello piccolo in legno ma alla lunga il fimo si attacca su quelle superfici e si rovina. Io decisi di affrontare quella spesa e comprarlo, lo vedete nella foto qui in basso. È un mattarello trasparente, un po’ pesante, antiaderente. Lo trovate sempre on line.
  • Eccoci all’acquisto secondo me indispensabile e anche al più oneroso: il fornetto elettrico per la cottura. Lo so, si potrebbe fare anche nel forno di casa oppure a vapore ma sinceramente dovete anche pensare che lavorare il fimo è divertente, pulire sempre un po’ meno! Comprate dunque un piccolo forno elettrico a basso costo (il mio l’ho pagato 24,00 €!) e evitate di cuocere la pasta nel forno dove cucinate se la passione per le paste polimeriche si traduce in qualcosa di più di un hobby sporadico: qualche altra indicazione in proposito in un mio precedente post. 

Gia finito? Sì, la mia lista è già finita… almeno per voi che siete agli inizi. Potrei aggiungere delle pinze tipo quelle da elettricista per aprire e chiudere gli anellini metallici o per tagliare a misura il chiodino ma se avete un uomo in casa è molto probabile che abbiate già queste cose.

Tutto il resto NON è noia ma fantasia. Usate stuzzica denti per definire dettagli e non dimenticatevi che il primo strumento sono le vostre mani!

Restate in linea per non perdere la priorità acquisita!


INSERISCI IL TUO COMMENTO

SIMILI...
Come funziona la spedizione su Etsy? settembre 15, 2017 0

Questo articolo si rivolge a chi vende su questa piattaforma e vuole sapere come funzionano le spedizioni su Etsy ovvero come si gestisce tutto il processo di spedizione dai documenti ai pagamenti. Ci rivolgiamo però anche a tutti quelli che vendono a distanza le proprie creazioni e non hanno ..

LEGGI TUTTO