You are currently viewing Ganci per fimo ovvero come inserire un gancio nelle creazioni in pasta polimerica e farcelo rimanere

Ganci per fimo ovvero come inserire un gancio nelle creazioni in pasta polimerica e farcelo rimanere

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

N.B: dal 1 gennaio 2020 non vendiamo più la pasta Fimo©, questo articolo resta nel blog a beneficio di chi ricerca informazioni.
Come inserire un gancio nel fimo? Non è questione da poco quella dei ganci per fimo, affatto. Perché? Si tratta di muoversi in due direzioni: scegliere il gancio giusto e scegliere la colla giusta. Chi è particolarmente esperta sa che un po’ conta anche il come (nel senso dell’azione manuale da compiere) si inseriscono i ganci nella pasta. Molte lamentano di ganci che dopo un po’ si staccano, inaspettatamente, colle che incollano di tutto per sempre che non attecchiscono bene al fimo. Oggi diamo delle risposte, il più possibile definitive.

Quali ganci per fimo usare: la scelta giusta sin dall’inizio di un progetto

I ganci per fimo sono essenzialmente di due tipi, se ci basiamo su prodotti già pronti: chiodini con asola da tagliare a misura e ganci a vite La scelta può ricadere sull’uno o sull’altro nonostante molti indichino il gancio a vite come quello super adatto al fimo. Questa “credenza” si basa sul fatto che il gancio a vite ha delle scanalature e che sembra fare maggior presa nella pasta. Senza dubbio è vero ma è da preferire se lo spessore della pasta ha una certa consistenza.  Se invece abbiamo un paio di orecchini (di solito la pasta per queste creazioni non è spessa) è decisamente più adeguato il chiodino con l’asola perché è più fine. Vi sono poi soluzioni artigianali come chiodini con nodi a orefice o asole ricavate da fili metallici di scarto che hanno spessori da 0,80 a 1mm. Guarda cos’è e come fare un nodino a orefice.

Qualsiasi chiodino tu scelga, contrariamente a quanto pensa qualcuno, sarà necessario usare qualche goccia di colla.

Quale colla usare per inserire ganci nel fimo?

Ne avevamo già parlato diverso tempo fa ma ribadiamo il concetto: l’attak non è sufficiente. Sulle prime sembra di si ma nel medio-breve periodo i ganci non tengono. Non sono sicure nemmeno le colle cianocriliche (una gamma di colle invece sicurissime per la bigiotteria) e non sono da ritenersi idonee nemmeno le tradizionali colle per bigiotteria. Non è un problema di colle non buone è che, come ho detto più volte, le paste polimeriche sono materiali con una composizione molto eterogenea. Non le si definisce facilmente dal punto di vista del materiale.

La colla ideale quindi è una colla universale ma per bricolage ovvero la colla epossidica bicomponente. Non la trovate al momento su Bottega Gialla per il semplice fatto che vi basta uscire e entrare nel primo negozio di ferramenta, bricolage o mesticheria e chiederla. Si presenta come due siringhe attaccate: colla e catalizzatore. Versate pochissima quantità di composto in un bicchiere di plastica (in qualche confezione viene fornita una vaschetta) e mescolate adagio. Dovrete applicarlo o con un bastoncino o “immergere” la punta del gancio. Con questa colla non avrete problemi.

Lascia un commento