You are currently viewing Martellare il filo metallico in rame e alluminio
filo di alluminio con martellatura leggera

Martellare il filo metallico in rame e alluminio

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Dopo aver parlato di quali sono gli strumenti base per la tecnica wire vediamo ora come martellare il filo metallico per dare agli accessori alcuni effetti particolari. Innanzi tutto diciamo subito che si tratta di un’operazione che può sembrare molto intuitiva ma che richiede pratica e attenzione.

Cosa serve per martellare il filo metallico?

Veramente poche cose ma, devo subito dirlo, di qualità. Innanzi tutto un martello come quello che vedete nella foto; i martelli per la tecnica wire sono pesanti come quelli usati per mettere chiodi nel muro, forse un pochino meno. Hanno una parte schiacciata, di solito di sezione circolare, per appiattire e l’altra parte è bombata a volte foderata di gomma. Questo lato del martello si usa per dare agli oggetti una “scalfitura” che li renda brillanti alla vista.

martellare filo metallico alluminio
filo di alluminio con martellatura leggera

In pratica quello che otteniamo è l’effetto che vedete nella foto, una serie di scanalature che possono essere più o meno fitte, più o meno profonde e che a una visione d’insieme fanno sembrare l’oggetto luminoso e sbrilluccicante.

I due effetti che si ottengono con la martellatura del filo di alluminio o rame sono tutt’altro che semplici da ottenere in maniera impeccabile. È anche per questo che un ruolo fondamentale ce l’ha la superficie di martellatura. Il secondo elemento che ci servirà è infatti una placchetta d’acciaio o una piccola incudine da usare come base. E se non ce l’ho? Cercate di reperire una superficie in ferro liscia, pulita e consistente altrimenti dovrete veramente fare un piccolo (a volte neanche tanto piccolo) sforzo e comprare una base da un ferramenta o in un negozio specializzato. È importante che la superficie sia liscia perché altrimenti si rischia di segnare il filo, vale a dire di sciuparlo con segni che non hanno nulla a che vedere con la lavorazione. 

Il terzo e ultimo elemento è, ovviamente, il filo metallico. Alluminio? Rame? Qual è il migliore da martellare? In realtà più che di materiale dobbiamo parlare di consistenze: il filo metallico da martellare si deve tenere in una fascia di diametro compresa gli 0,80 e i 2 mm. Niente vieta di martellare un filo metallico di alluminio di 3 o 4 mm ma ritengo che quegli spessori siano meno “delicati” per la bigiotteria.

Evitare che il filo si segni: alcuni consigli

Tutti i fili metallici possono segnarsi, non esiste il filo che non si segna. Esistono chiaramente fili di migliore qualità ma se sottoposti a manovre sbagliate anch’essi possono sciuparsi.
Alcune precauzioni da prendere per non far segnare il filo ci sono: usare un superficie adatta, liscia e pulita. Imparare a dosare la forza della martellatura e quindi fare pratica. Evitare, e questo lo metto per ultimo ma è forse il più importante dei consigli, di martellare con i bordi del lato del martello che si sta usando. 

Ricevi guide, tutorial, offerte e recensioni prodotti, la nostra newsletter è pensata come una rivista mensile o con invio saltuario.
[wysija_form id=”1″]

Prima di lasciarvi a un video dimostrativo vi faccio solo notare che, anche se gli effetti della martellatura sembrano sempre quelli, in realtà potete sbizzarrirvi e, in base alla forma che avete, decidere di applicarli solo in alcuni punti, alternarli e sperimentare.

 

Lascia un commento