Al momento stai visualizzando Come proteggere le immagini delle tue creazioni

Come proteggere le immagini delle tue creazioni

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog
  • Commenti dell'articolo:2 commenti

Come è ovvio se hai deciso di pubblicizzare in rete ciò che crei ti si presenta da subito il problema di come proteggere le immagini delle tue creazioni. Magari non sarà il tuo caso, magari il settore dell’artigianato è fatto da persone talmente orgogliose del proprio lavoro e talmente appassionate da saper riconoscere il giusto merito a sé stessi e agli altri. Sì, un po’ è così; da quando creo oggetti mi sono accorta che esiste, per quanto riguarda la rete, una sorta di codice etico tra creativi. Non mi è mai capitato fino a ora di imbattermi in persone che volessero prendersi la paternità di un modello o dell’opera di altri. Però è indubbio che questo non basta a proteggersi. È pur vero che con materiali come il fimo è difficile inventare qualcosa di veramente nuovo.

Come proteggere le immagini delle nostre creazioni:

La legge

Partiamo da un concetto di fondo: la paternità dell’opera frutto del proprio ingegno è protetta dalla legge italiana sul diritto d’autore (e da alcune convenzioni per quanto riguarda la Comunità europea) e dal codice civile. Potrete pensare a qualsiasi stratagemma ma nessuna cosa vi tutelerà mai come questa legge. Ovviamente la paternità di una foto o di un’opera va però potuta dimostrare. Faccio un esempio concreto: una persona usa una vostra foto ma voi sul vostro pc avete tra le informazioni contenute nel file la data di acquisizione… è già un buon punto di partenza. La nota dolente qual è, è che per rivendicare la paternità di una foto vi dovreste rivolgere a un legale. La cosa, nel nostro mondo di hobbysti creativi o artigiani appare spropositata oltre che dispendiosa. Non siamo una grande azienda a cui è stato rubato un prototipo o un logo!

Soluzioni concrete per proteggere le immagini

Di seguito vi propongo un percorso due azioni da compiere se avete messo sul vostro sito le immagini delle vostre creazioni. Il mio consiglio è di eseguirle entrambe se vi è possibile.

  • Se avete fatto un sito con un CMS (me lo auguro!) potrete scaricare un plugin per rendere tutte o solo alcune immagini del vostro sito non scaricabili. Per quanto riguarda wordpress un ottimo plugin potrebbe essere WP COPY PROTECT, veramente intuitivo e semplice da usare, disabiliterà il clic del tasto destro del mouse. ciondolo filo di rame
  • Potrebbe non bastare ci sono alcuni sistemi per scaricare comunque le foto di un sito (chiaramente non ve li rivelerò). Dovrete mettere una firma (watermark) sulle vostre foto. La firma solitamente è l’indirizzo del vostro sito. E qui viene un altro problema: capite bene che basta fare un ritaglio con Photoshop per eliminare la firma. L’ideale sarebbe fare in modo che la scritta copra una parte dell’oggetto, purtroppo questo punto è inapplicabile per chi crea oggetti. Che senso ha fare una foto in cui non si vede bene la creazione? Esistono programmi on line come Pikmarkr per applicare una filigrana, io personalmente uso photoshop.

Questi due sistemi sono più che sufficienti a scoraggiare il navigatore medio.

Gestire eventuali furti di immagini

Se vi doveste accorgere che qualcuno usa le foto delle vostre creazioni in un sito o per farle passare per sue le cose da fare sono due. Intanto non fatevi prendere da eccessi di giustizialismo, infondo se riuscite a farvi citare magari anche con un link al vostro sito è una gran bella pubblicità. Chiedete quindi a chi sta usando la vostra immagine di citarvi come autore e di linkare verso il vostro blog. Ovviamente fategli capire bene che sta facendo una scorrettezza ma senza esagerare. Se questo “furto” vi dà particolarmente fastidio allora chiedetegli di eliminare la foto anche se io opterei per una sana collaborazione. Tu mi citi e io ti cito, uno scambio di link: la paternità è ristabilita, avrete dato qualcosa in cambio ma potreste ottenere entrambi nuovi click verso il vostro sito… Non sarebbe male.

Questo articolo ha 2 commenti

  1. giuseppe

    Semplicemente brava

    1. Bottega Gialla

      Grazie davvero!

Lascia un commento