Attrezzi base per la tecnica wire: muovere i primi passi

Attrezzi base per la tecnica wire: muovere i primi passi

Ti piacciono quegli anelli in alluminio un po’ strani che hai visto a quel mercatino e quegli orecchini a spirale che non sembrano poi così difficili da realizzare. Vorresti provarci, vediamo insieme quali sono gli strumenti base per la tecnica wire e scopriamo cosa serve davvero per muovere i primi passi.

Cominciamo col dire che all’inizio il mondo del wire vi sembrerà abbastanza limitato poi scoprirete le varie tecniche di lavorazione e vedrete cose che ai mercatini non vengono vendute: ciondoli con pietre incastonate, avvolgimenti e spirali anche molto complesse. Lavorare i fili metallici, perché questo è la tecnica wire, è una tecnica ancora poco esplorata in Italia. In altri paesi la si usa a livelli molto molto alti. Diffusa soprattutto in Russia e Stati Uniti la lavorazione dei fili metallici per creare bijoux ha come materiale base, neanche a dirlo, del filo metallico.

Quali fili metallici usare per la tecnica wire?

I fili metallici per la tecnica wire sono essenzialmente il filo di rame e quello di alluminio poi ci sono anche quelli di ottone, argento e acciaio ma sono meno usati.

Quale scegliere per iniziare? Quando ho iniziato io mi sono basata su un solo principio: scegliere il filo che si lavora meglio ovvero il più morbido. Posso dirvi quindi che il filo di alluminio è sempre stato per me più facile da lavorare anzi per essere più precisa quello con il miglior rapporto tenuta-malleabilità. Come per tutti gli altri tipi di fili metallici anche quello di alluminio viene venduto in vari diametri e marche.

In conclusione: da prediligere il filo di alluminio di qualsiasi marca ma da non sottovalutare il rame. I fili metallici si trovano di tutti i colori, anche il rame lo potete trovare color argento o di altre tinte. Con quale spessore iniziare?  Vi consiglio di scegliere prima un progetto da realizzare e poi comprare il filo del diametro richiesto… all’inizio non sarà facile. Per gli orecchini in alluminio o rame è adatto un diametro da 0,80 a 1 mm (se ci si devono legare delle perle le legature vanno fatte con un diametro non superiore a 0,40, morbidissimo). Per ciondoli e anelli il diametro può tranquillamente arrivare a 2mm-3mm. 

Le pinze per creare bijoux con la tecnica wire

Premesso che il primo vero strumento essenziale per lavorare i fili metallici sono le vostre mani, esistono almeno due tipi di pinze senza le quali non potrete andare molto lontano. Sto parlando delle tronchesi per tagliare le porzioni di filo (da preferire quelle a taglio piatto) e le pinze a punte coniche per fare spirali o arricciamenti.Pinze per bigiotteria a punte coniche, L 130mm

Ne esistono di diversi prezzi anche molto economiche ma vi consiglio di investire qualche euro in più in questi attrezzi perché pinze di pessima qualità tenderanno a segnare i fili con maggiore facilità sciupando le creazioni. Aggiungo altri due tipi di pinza che prima o poi dovrete comprare: le pinze a punte plastificata e le pinze a punta piatta stretta liscia.

pinze tecnica wireQueste pinze servono rispettivamente a stirare i fili addrizzandoli e a fare delle piegature senza sciupare il filo.

Se avete visto degli orecchini wire o degli anelli in giro vi starete chiedendo come dare la forma circolare al filo e creare quindi un cerchio chiuso perfetto. Esiste uno strumento detto mandrino (il nome è preso a prestito dalla lavorazione del legno) che serve appunto a questo scopo, ne esistono anche di forme triangolari, ovali o quadrate. 

Detto questo, lo potrete tranquillamente sostituire con penne, flaconi, oggetti che siano circolari ai quali appoggiare il filo e girarcelo attorno, l’importante è che il loro diametro faccia al caso vostro. Bene allora, non vi resta che provare e non preoccupatevi se all’inizio le vostre forme saranno bruttine e imperfette…

Ti interessano i nostri contenuti e prodotti? Iscriviti alla newsletter mensile o a invio sporadico:
[mc4wp_form id=”2584″]

Questo articolo ha 13 commenti.

    1. Bottega Gialla

      Ciao, puoi scegliere in realtà tra diversi materiali: rame, ottone persino ferro zincato e acciaio anche se più difficili da lavorare a mano. L’alluminio va bene ma di spessori dai 2mm in su perché altrimenti risulta troppo morbido.

  1. Patrizia

    Molto interessante.

    1. Bottega Gialla

      Grazie Patrizia

  2. Aida de luca

    Mi interesserebbe imparare

  3. Silvia

    Buona sera. Che lavori meravigliosi. Ho sempre dipinto, mi bili giocattoli ceste scatole ecc. Però un brutto incidente mi ha costretta a stare sul divano. Si come non mi arrendo e ho trovato voi. Benissimo imparerò a fare i “gioielli da divano”. Ora guarderò meglio il vostro sito ecc. . Devo finire la cena. Altrimenti la mia cuochina Noemi , si arrabbia. A presto.

    1. sara carlini

      Grazie Silvia! I gioielli da divano… mi piace! Speriamo che tu possa divertirti a sperimentare il più possibile, in bocca al lupo!

    1. Sara (BottegaGialla)

      Grazie del link Nadia! Perché non provarci?! La settimana prossima incontriamo dei fornitori… sicuramente ci si può impegnare a cercare quest’attrezzo. Tra l’altro credo di averlo già visto nel catalogo di un nostro fornitore francese, ricontrollerò.

  4. Nadia

    Grazie per questa guida interessante. In alcuni video di lavorazione wire ho visto uno strumento per levigare la punta del filo, in caso di monachelle da inserire nel lobo dell’orecchio, ad esempio, sapete se è in vendita in italia e dove poterlo trovare?

    1. Sara (BottegaGialla)

      Ciao Nadia grazie a te di essere passata da qui. Me ne ha parlato anche una mia amica tempo fa e mi chiedeva se ce l’avevo… ma non lo conosco. Speriamo che qualcuno risponda oppure intanto se hai modo potresti condividere il link dei video che hai visto, intanto ci potrebbe aiutare.

  5. Gloria

    In che negozio o sito posso trovare le pinze?

    1. Sara (BottegaGialla)

      Buongiorno Gloria,
      le pinze per wire non sono difficilissime da trovare: puoi provare nei reparti specializzati di supermercati come coop, nelle mercerie più fornite e in quei classici negozi gestiti da cinesi dove hanno reparti di materiale elettrico e cose simili ma anche da Brico, Leroy Merlin a volte Obi, dipende da cosa hai nella tua città. Se non trovassi le pinze a punta plastificata puoi usare un panno (tipo quelli pulire gli occhiali) per scaldare e raddrizzare il filo, ti basta usarlo come useresti quelle pinze. Inoltre nei primi mesi del 2017 bottegagialla diventerà un negozio on line di materiali, diventeremo a tutti gli effetti una ditta e terremo quel tipo di materiali.

Lascia un commento