seo e marketing per creativi | BottegaGialla.com
web per creativi
Vendere artigianato on line: mi faccio un sito o punto su un marketplace? by sara carlini

Aggiornato al 25/10/2018 A più di un anno dal primo post dedicato a come vendere artigianato on line torniamo sull’argomento e vediamo cosa offre oggi in più la rete, quali passi avanti sono stati fatti. Innanzi tutto ci rivolgeremo sia a coloro che hanno una partita iva sia a coloro che non ce l’hanno e non parleremo solo di artigianato di alta qualità ma di “semplice” fatto a mano. Chiariamo un punto: vendere on line non significa essere presenti sui social network e avere visualizzazioni e contatti (quella è un’altra questione). Significa poter avere una vetrina prodotti e far concludere un acquisto a un utente-navigatore.  Qui non parleremo di come promuoversi in rete a 360° ma di dove vendere, all’atto pratico, i propri prodotti. È una scelta difficilissima per chi non è esperto, per chi non ha confidenza e con la gestione di un sito e con le gestione di un iter…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Fare l’influencer nel mondo del fai date e ricevere prodotti in prova by sara carlini

Se frequentate youtube o anche pinterest vi sarete accorti che il mondo del fai da te è stato, da sempre, aperto agli influencer. Chi sono gli influencer e cosa fanno? Sono persone, qualche volta personaggi pubblici, che testano prodotti per conto di aziende (vestiti, accessori, creme, attrezzi…) e producono dei contenuti pubblicitari sul web per sponsorizzarli. Nel nostro mondo, quello degli accessori fatti a mano, gli influencer sono più che altro gestori di canali youtube che fanno tutorial o video recensioni con i prodotti forniti da questo o quel negozio. Fare l’influencer nel mondo del fai da te: obblighi e consigli Gli influencer o sono “pagati” con i prodotti omaggio o hanno un vero contratto con l’azienda. Il primo caso è il più diffuso. Non serve una partita iva a prescindere ma molti influencer monetizzano con i contenuti che producono e ne devono aprire una. Avevamo toccato alcuni di questi aspetti…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Gestire un canale youtube: montaggio e aspetti legali by sara carlini

Eccoci all seconda e ultima puntata su come gestire un canale youtube per creativi. Ci rivolgiamo esclusivamente a coloro che creano oggetti fatti a mano e pubblicano video recensioni e tutorial. Tagliare un video: strumenti gratuiti Non vogliamo stare a indicare costosi o complessi programmi di montaggio video. Poco se ne farebbe chi fa video tutorial di artigianato e ha una sequenza di inquadrature piuttosto basiche. L’importante è poter tagliare la clip secondo necessità. Gli strumenti che vi suggerisco sono due: I movie per chi ha un pc mac e youtube stesso. I movie è un programma che trovate già installato sui Mac OS, non costa nulla ed è semi professionale. In alternativa potete usare i miglioramenti messi a disposizione dalla piattaforma youtube: aggiunta di suoni, note, modifica della luminosità ma soprattutto taglio della clip. Una volta esisteva un vero e proprio editor youtube oggi purtroppo è possibile apportare queste…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Gestire un canale youtube per creativi by sara carlini

Gestire un canale youtube per far conoscere la propria attività artigianale richiede una riflessione a monte. Se decidi di aprire il tuo canale devi porti delle domande precise, perché non stai facendo qualcosa che rimane confinato alla cerchia dei tuoi amici e conoscenti ma ti stai aprendo al pubblico (vasto) della rete. Quello che dici è facilmente comprensibile? Stai usando un linguaggio chiaro? L’audio del tuo video è buono? Le immagini sono chiare? Stai facendo affermazioni importanti che riguardano marchi o aziende? Ognuna di queste domande risponde a un diverso aspetto della gestione di un canale youtube (ma potrebbe essere anche un’altra piattaforma). Oggi vedremo i primi due: l’organizzazione dei contenuti e le attrezzature. Gestire un canale youtube: scrivere un video Molte persone che girano video non si rendono conto di non avere organizzato un abbozzo di discorso, vanno a braccio come se parlassero con un’amica… creando un effetto simpatia…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Aumentare le vendite su Etsy, la solitudine dell’hobbysta by sara carlini

Se sei qui è perché dopo un po’ che hai messo i tuoi prodotti su qualche piattaforma non hai visto risultati e ti sei chiesta perché non vendi. Oppure ti sei semplicemente detta che vorresti aumentare le vendite su Etsy perché per lo sforzo che fai ti aspettavi di più. Non sei la sola che si fa queste domande. Qualche anno fa il comico Corrado Guzzanti nei panni del santone sostenitore di “Quelo” ripeteva: la domanda è mal posta. Ecco: la domanda che ti devi fare non è come aumentare le vendite su Etsy? Ma è: come aumentare il traffico verso il mio shop Esty? Ovvero come fare in modo che più persone possibili vedano il mio negozio? Non esiste alcuna tecnica al mondo che consenta a qualcuno di vendere con piena certezza (certo chi ha un’agenzia di pompe funebri parte avvantaggiato…) ma di certo se poche persone sanno cosa fai…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Vendere su Amazon Handmade: serve partita iva? Conviene? by sara carlini

Cominciamo col dire che Amazon Handmade, arrivato sul mercato europeo nel 2016, si pone dichiaratamente come diretto concorrente di Etsy. Vendere su Amazon Handmade vuol dire avere a disposizione una vetrina coi propri prodotti fatti a mano, una pagina di presentazione del negozio o della vostra realtà artigianale… insomma tecnicamente le stesse cose che avreste su molti altri marketplace. Entriamo nel vivo della questione.  Come vendere su Amazon Handmade Amazon prima ancora che essere noto per il colosso dell’E-commerce che è, è famoso per il suo rigore verso i venditori. Anche per Handmade l’azienda americana non si smentisce. Per vendere su Amazon Handmade si dovrà fare richiesta al team della piattaforma, semplicemente compilando un form, inserendo tutte le informazioni richieste comprensive di alcune foto prodotto e si dovrà poi essere accettati. Il percorso non è puramente formale, chi conosce Amazon non stenterà a crederlo. Quali sono i requisiti? I nostri…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Fotografare creazioni artigianali e ottimizzarle per il web by sara carlini

Promuovere il proprio lavoro artigianale sul web significa soprattutto usare e pubblicare immagini di qualità. In questo articolo vediamo come fotografare le proprie creazioni con un occhio di riguardo non tanto all’estetica dell’immagine in sé ma a quel che gradiscono i motori di ricerca e le varie piattaforme come Facebook, Pinstagram o Etsy. Non sarete mai abbastanza sorpresi dal sapere quanto le immagini attirino traffico verso un sito e quanto coinvolgano il visitatore più di ogni parola: i dati parlano chiaro. Ma cosa vuol dire foto di qualità? Non necessariamente una foto di qualità ha un set estroso e ben allestito o degli effetti insoliti. Una foto messa on line deve rispondere a due requisiti: avere una buona definizione e essere leggera. Per i motori di ricerca bellezza=leggerezza. Una foto che pesa diversi MB farà fatica a essere caricata su un sito, renderà la pagina lenta a sua volta e…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Per vendere su etsy non serve partita iva. Dubbi e domande by sara carlini

L’informazione che gli utenti italiani incuriositi dal poter vendere artigianato on line ricercano di più è senza dubbio sapere se per vendere su Etsy serve la partita iva, dico su Etsy come su altre piattaforme del resto. La risposta ufficiale che viene data è no. Per vendere su Etsy non serve partita iva ma solo se, da legge italiana, non superiamo i 5000 euro annui. Chi volesse approfondire la questione artigianato-partita iva può andare a leggersi un vecchio, ma non troppo, post dall’emblematico titolo come vendere oggetti fatti a mano senza partita iva . Ma se hai già parlato di questo argomento perché riparlarne oggi? Perché vorrei mettere sul piatto alcune questioni poco chiare. Mi riferisco esclusivamente alla vendita di artigianato on line: leggerete che in Italia non è consentito avere un proprio sito allestito come e-commerce se non si possiede una partita iva: tutto vero. Il mantenere i prodotti sempre in vista…

LEGGI TUTTO
Contest crea e vinci con Fimo by sara carlini

Lo avevo già anticipato sulla pagina facebook di Bottegagialla, l’ufficio stampa della Staedtler Italia mi ha inviato la scheda del contest crea e vinci con Fimo. Ne ho pubblicato il banner ma oggi voglio dedicare un intero post a questa iniziativa davvero interessante soprattutto per il premio: viaggio, vitto e alloggio pagati per la partecipazione al Symposium Fimo del prossimo settembre in quel di Norimberga. Cosa si vince e come si partecipa Contest di fimo ce ne sono ma molti sono amatoriali questo invece è promosso direttamente dalla Staedtler Italia per il cinquantenario della pasta Fimo. Si tratta di un contest a carattere nazionale che mette in palio due inviti per il Symposium Fimo che si terrà a Norimberga (Germania) dal 7 al 10 settembre 2016. Si partecipa inviando un’opera in fimo con relativa scheda sia dell’oggetto che con i dati dell’autore più le immagini del manufatto. Quest’ultimo, come da…

LEGGI TUTTO
web per creativi
Artigiani e social network, un connubio possibile by sara carlini

Finalmente mi trovo a parlare di una cosa a cui tengo molto e in cui credo, artigiani e social network ovvero come promuoversi attraverso i social media. Ma diciamolo meglio e più chiaramente: come trovare clienti sul web! Il dato di fatto è che negli ultimi anni si è registrato un boom di presenza di artigiani, aziende artigiane e prodotti fatti a mano nella rete. Potrebbe sembrare naturale nell’era del digitale ma se conoscete almeno un artigiano saprete della totale diffidenza che spesso hanno queste figure verso la rete. Molti di loro hanno un’idea vaga di cosa voglia dire stare su internet, alcuni pensano che sia una perdita di privacy altri che richieda troppo impegno o troppo poco, i più si dicono convinti che tanto non trarranno grossi benefici e che la rete non è adatta a qualcosa di “culturalmente” più nobile come il sapere artigianale. A un tipo come me,…

LEGGI TUTTO